Categorie
Poesia

Nessuno è veramente astemio


abner

Piccole storie che affiorano per caso

da zone d’ombra dove il tempo è strano

e dove regole che sono solo mie

chiudono pesanti porte da riaprire.

.

Miscele personali di pensieri e suoni,

antiche stravaganze e circostanze

che forse andranno bene nel futuro,

ma che all’oggi mio sono negate.

.

Forse, queste emersioni improvvise,

potrei anche tacciarle d’esser poesia,

qualcosa che risale con il vento

ma credo che si tratti di racconti

scritti e vissuti come passi incerti,

con lingue che da tempo non ricordo,

e strade e volti e voci dal passato.

.

Brevi commedie rivissute mille volte,

errori che definiscono il mio mondo

meglio del bene e dei riusciti sogni.

.

Appunti personali per perdonare e andare,

ben oltre al ruolo svolto nel copione.

.

Abner Rossi

Categorie
Poesia

Il tempo delle risposte


donna in giallo

Sai che fu un caso a legarci

lo stesso che ogni giorno riafferma,

ora per ora, inspiegabilmente.

.

E si che i nostri temporali

non sono mai stati vestiti stirati,

ben piagati e pronti

per una ideologia di pace

che non vogliamo avere.

.

Tantomeno eleganti messinscena

curate in tutti quei particolari necessari

ai drammi che più ci piacciono.

.

Intanto passano geografie, lustri,

qualche razional-geometrico pensiero,

modi diversi di vivere e pensare,

punti di vista, inquadrature, letture dei fatti,

origini diverse, (più borghesi le tue),

inutili verità tra le tante false convinzioni,

tante ridicole abitudini, (ossessive le mie).

.

Sarebbe appunto tempo di risposte

se questo amore fosse una domanda.

.

Abner Rossi

17 aprile 2021.

Categorie
Poesia

Tempo matto


rana

Ai salti, ai fossi, a meditate imprese

per le qual cose gioventù si spese

per quei ruscelli dove non si affoga

essendo l’acqua solo qualche goccia

dove s’entra ragazzi e s’esce adulti

come girini che si fan ranocchi.

Abner Rossi 12 aprile 2021.

Categorie
Poesia

Come sono gli uomini


4 agosto17Dunque, le dissi, eccomi son giunto

fin dove tempo e voglia m’han menato,

poi che si volse meco e fermò il passo.

Qual drago mia pulzella ti disturba?

Qual vento d’occidente ti scompiglia?

Qual principe ti brama e ti disturba?

Niun drago fumante stamani mi spaventa

Il vento è un dolce settembrino e mi delizia

Il prince vuol di me farne sua moglie.

Quinci  torna donde sei venuto, orsù ritorna.

Capito ch’ebbi la parata odierna

rinfoderai la spada, presi lancia e lo scudo,

feci allo cavallo femmina carezza…

e con un balzo troppo alto caddi prono.

A.R.

Categorie
Poesia

Meglio se con la luna


L’arte di scomporre l’anima 

in diversi transiti e rune e suoni

modi  tempi e luoghi d’ogni tipo

recuperarne i fili più vissuti all’aria

e meno dove anima è luogo comune

vissuta in parole per credenza

o per parvenza poetica letteraria

animistica.

 

Recuperarne dunque i fili

per nuove tessiture che si adeguino

e adattino coerentemente ai figli dei figli

e tra questi ai minori per nascita e fortune

ai passi futuri agli artefici artigiani

ai grandi e puliti sogni di oltre confine..

 

Può esser fatto ovunque 

persino sotto un ponte di legno,

di pietre e fango, cemento, di barche,

di mani una nell’altra all’infinito.

 

Può esser fatto ti dico

in mare, nel deserto, cielo,

di notte, giorno, al crepuscolo, 

sotto un fico con cane e pecore,

nello studio di un commercialista 

a cavallo in campagna, sopra o sotto le scale

sopra o sotto a una donna

meglio se amata da un po’ di tempo

tanto per non essere estranei.

 

Può esser fatto da giovane

prima o subito dopo i primi peli

o da vecchio anche poco prima del finale

dell’ultima recita quando non vedi l’ora

che qualcuno diverso da te, spenga i fari.

Può esser fatto e non è importante

che sia notte o che ci sia una bella luna

però se è notte e c’è una giallastra luna piena

meglio!

 

Abner Rossi (mercoledì 17 marzo)