Categorie
Poesia

il mio luogo


Non so se esisti, non so come sei fatto
se sei reale come un luogo vero
dove son nato e dove son vissuto
oppure il frutto di una fantasia
che ogni tanto appare e poi svanisce.

Quel che so è che non trovo un nome,
un modo di chiamarti e farti mio,
un indirizzo, una direzione

se sei il mio centro o la periferia.

Sulle mie carte non ti ho mai trascritto,
sei in assoluto senza posizione.
So che confini con infiniti luoghi
nei quali ho visto tutto e non ho visto.

So che assomigli a molti originali
odori di vittorie e di sconfitte
d’amicizie antiche ormai sfiorite

e pesi di quel niente che è passato.

Ti ho visto scritto nelle mie esperienze
alcune vere, altre solo scritte,
spesso prese in prestito alla vita,
altre rubate, come faccio spesso,
a quei fantasmi che mi porto dentro.

Sui tuoi confini ho scritto la mia vita,
quella reale che non ho mai scritto,

umida di passione e tanti amori

e anche quella di inutile scrittore.


Pagine e pagine che si son riempite
di vita vera, di mille sensazioni
tutte pagate con il mio sudore,
tutte scomparse, comprese le illusioni.

Adesso voglio andare fino in fondo,

conoscerti davvero, vederti in faccia.

Sapere
se sai di mare, se sei freddo o caldo,
se c’è il mio amore, se c’è la mia casa,
se sono lì le cose che ho raccolto
con la pazienza che non ho mai avuto.

Abner Rossi

Categorie
Poesia

Détails


Un amour, le nôtre
où le gris se marie avec le bleu
recouvert de velours même l’été
et parfois froid comme lorsqu’il fait froid.
.
Jamais sobre à n’importe quelle heure,
plus profond que la mer quand elle est noire,
avec quelques récifs toujours à fleur  d’eau,
dangereux à cause des vents de tempête.

Il jouit de multiples horizons
et plus tu les désires plus ils s’éloignent.
Il n’a pas de ports et ne prévoit pas d’ arrêts
et le souffle est toujours une explosion.

Si je grimpe, je deviens fou dans tes  yeux,
si je descends , je me sens un gamin :
je retourne à mon village natal, à mes vingt ans,
nu, je plonge dans le ruisseau derrière ma maison
et, comme alors, tout de suite je tombe malade.

Anna Maria Castelli

Fiorenza Dal Corso – Abner Rossi

Lunedì 2 agosto 2021

Categorie
Poesia

Particolari


Un amore, il nostro

dove il grigio si sposa con l’azzurro

coperto di velluto anche d’estate

e a volte freddo come quando è freddo.

.

Mai sobrio a qualsiasi ora,

profondo più del mare quando è nero,

con qualche scoglio sempre a pelo d’acqua,

pericoloso per  venti di tempesta.

.

Gode di molteplici orizzonti

che più li vuoi e più si fan lontani.

È senza porti e non prevede soste

ed il respiro è sempre un’esplosione.

.

Se salgo,  m’impazzisco nei tuoi occhi,

se scendo, mi par d’essere un moccioso:

torno al mio paese, ai miei vent’anni,

nudo entro nel ruscello dietro casa

e, come allora, subito mi ammalo.

.

Abner Rossi poesia d’amore

Giovedì 29 luglio 2021.

Categorie
Poesia

Mi basta


bininuova22

Questo inarrestabile amore

che trasgredisce all’età,

al pensiero, alla mia stessa forza.

Incredibile come rosa canina

che tradisce la siepe e gli sterpi

per essere madre infinita.

Dal basso dove è nato

emerge verso ogni intensità

e cieli di lenzuoli sudati,

baci, baci, baci.

Non oso dargli un nome,

potrei trasformarlo nel sogno

di un fortunato pover’uomo.

Mi basta il respiro che ascolto

mentre ti accarezzo l’anima

e piango.

Abner Rossi – Giampiero Bini

Categorie
Poesia

è sempre un bacio


bininuova12

è sempre un bacio a lungo preparato

che prende strade che portano a ricordi.

Un bacio

il punto zero del mio primo ardire

più impulso necessario e giovanile

dove i soggetti sembrano sospiri.

Poi quello vero della prima amante,

quello più tardo mentre parte un treno

un bacio tronfio pieno d’egoismo,

che sfiora come a dir che si sfiorisce

senza che prima sia mai stato in boccio

e un bacio tardo chiuso tra due rughe.

— 

Qualsiasi bacio presto deteriora

e ancor più presto cade dalle labbra,

non c’è ricordo che possa trattenerlo,

perché il ricordo manca del sapore,

manca di premesse e conseguenze.

 —

Il bacio è indipendente dall’amore,

sa d’infinito, precede la passione

la sviluppa, ne offre spiegazione.

— 

Un bacio sfuma in quello che prepara

è raro che sia solo circoscritto

veleggia a pochi centimetri dal corpo

sa d’espansione e di soddisfazione.

— 

Poi vi diranno che tutto questo è falso,

che un bacio è un bacio, solamente un bacio…

Io per me stesso non me li ricordo,

forse invecchiando il tempo sintetizza,

va al nocciolo di tutti i contenuti,

cala dalle labbra e ferma il cuore.

— 

Io per me stesso sono fermo al primo,

che è sempre quello che ancora non ho dato

a quel gioiello che mi vive accanto.

Abner Rossi