Posts Tagged ‘ poetica ’

Descrizioni


Zero vento,

il verde dell’aurora senza nubi,

un leggero arancione

contorna

il verde dei cipressi ancora nero

che la notte ha dipinto.

Sembra far giorno.

Dovrei sentirmi pronto

e non lo sono.

Da anni non scommetto sul futuro.

Abner Rossi

6 maggio 2016

mattina -16 febbraio

Annunci

Scriverti nuda come sei


Eccoti qua
bella come un’alba che respira
(dopo una notte da dimenticare),
come un ricordo che lascia cicatrici,
come la mia donna quando incanta.

Eccomi qua
a scrivere ciò che a volte mi sussurri
ed altre gridi per quanto sono sordo.

Fossi più serio non ti scriverei
ti lascerei laggiù dove sei nata
dove il mio caos impera e tira vento,
dove non mi è permesso d’arrivare,
dove tutto è ridicolo al confronto.

Fossi più serio ti cancellerei !

Abner Rossi
martedì 26 aprile 2016

abner

Del teatro e del coraggio


 

Come nel gioco delle parti

vita si fa e poi si legge.

 

Felici certezze (di farsa)

nascondono domande

che annunciano tragedie.

 

Intanto

un altro tassello fondamentale

si perde, scrivendo una ruga

un segnalibro al domani.

 

Poi sei solo, magari in compagnia,

ma solo! E lo sai.

 

E questa è la zona della comicità,

dipende dal livello della tua paura,

da ciò che stringi per avarizia,

dal tuo ultimo amore in ordine di tempo.

 

Se hai coraggio

e la maschera per l’occasione

puoi riderne fino alle lacrime!

 

Abner Rossi
29 novembre 2015

maschere

 

 

 

Luoghi e non luoghi


 

Si è per stereotipate immagini

abbandonando come immondizia,

ciò che è più caro.

 

Salutando inconsapevoli

ciò che servirebbe a noi stessi

(siamo senza veri eredi)

e storia ripetutamente tradita.

 

Tradiamo ogni giorno

per molto meno di trenta denari.

 

Intanto

Le colline della mia infanzia

che mi hanno visto nascere,

sgretolano deluse per l’assenza.

 

Salvo che di parole inutili

non avremo niente da raccontare,

temo,

niente che possa dare il senso

di una mano che incontra,

di occhi che vedano veramente,

di passi fatti per uno scopo,

di spazio occupato per un fine.

 

Abner Rossi

23 novembre 2015

colline

 

del mio impreciso amore


 

Non chiedermi,

non chiedermi se sono innamorato,

non saprei dirti…

quel che provo per te è più di me,

mi supera, va oltre.

 

Sento di non poterlo contenere

è più grande e ben altro,

io vivo in uno spazio definito

lui, pur nascendo da me,

va dove vuole, vola.

 

Ed è impreciso,

lo sento come parte d’infinito.

 

So ciò che non è:

non è nube, pietra, mare,

luna, rosa, non è niente,

rifiuta paragoni e descrizioni.

 

Passa presto, si dice,

si trasforma.

 

Il mio è mio e non diminuisce,

anzi cresce,

come ti ho detto esce,

esce dalla pelle e non si ferma,

è indipendente.

 

Non guarda l’orologio

mentre invecchio.

 

Abner Rossi
21 novembre 2015

relazione-a-distanza-_O1

L’ombra d’Ulisse


 

È stato più lungo il ritorno

se l’andare ricordo.

Lunghi pensieri sfumano

in aerei ricordi

di trascorsi incerti

senza sceneggiatura e regia.

Oggi

vivo in mondi di memorie

che disturbano l’attesa

del niente che desidero

e del silenzio.

Nessuna persona onesta

può dirsi unico proprietario

di se stesso

Al guardarmi le mani

tutto è ancora lì presente

e non c’è più.

-_-_-_-

Abner Rossi
13 novembre 2015

vecchio

Il merlo


 

Canta stamani il merlo e sta piovendo

anzi urla e non capisco perché.

Forse ha interrotto il suo passo

o forse, come me, si sente solo.

Probabilmente sta cercando un eroismo

per dimostrare di che pasta è fatto,

per far vedere che le sue ali forti

non temono l’età e le intemperie.

 

Le allegre cince scuotono le ali

sotto il bosso,

le cornacchie non trapanano il vento

con le grida. Sbattono gli occhi

nel bosco mentre ammirano gli olivi.

 

La fame ancora non gli presenta il conto.

 

Il gatto nero,

che vive nei paraggi,

siede sulla mia soglia di casa,

si prepara al giorno, si stira,

soppesa i pro e i contro e si distende.

 

Fuggirò di casa a costo di bagnarmi,

potrei impazzire nel mio letto freddo

dove la compagnia è pari a zero.

—–

Abner Rossi

mercoledì 28 ottobre

merlobianco