Posts Tagged ‘ poeti ’

Descrizioni


Zero vento,

il verde dell’aurora senza nubi,

un leggero arancione

contorna

il verde dei cipressi ancora nero

che la notte ha dipinto.

Sembra far giorno.

Dovrei sentirmi pronto

e non lo sono.

Da anni non scommetto sul futuro.

Abner Rossi

6 maggio 2016

mattina -16 febbraio

Annunci

Scriverti nuda come sei


Eccoti qua
bella come un’alba che respira
(dopo una notte da dimenticare),
come un ricordo che lascia cicatrici,
come la mia donna quando incanta.

Eccomi qua
a scrivere ciò che a volte mi sussurri
ed altre gridi per quanto sono sordo.

Fossi più serio non ti scriverei
ti lascerei laggiù dove sei nata
dove il mio caos impera e tira vento,
dove non mi è permesso d’arrivare,
dove tutto è ridicolo al confronto.

Fossi più serio ti cancellerei !

Abner Rossi
martedì 26 aprile 2016

abner

Odori di ieri


 

Sanno d’ignoto

le pagine del nostro calendario

scivolando per terra come foglie.

I giorni trascorsi

stanno nei piatti sporchi con la muffa,

nei fiori secchi di quel vecchio vaso,

nelle parole che ti avevo scritto,

nel mio futuro che si sovrappone

identico a se stesso e che fa male.

Vita, la mia, che s’irruvidisce…

mentre trascorre cieca e mi consuma

e il cuore, ormai seduto, si rallenta.

Abner©Rossi

Martedì 12 gennaio 2016

foto prelevata dalla rete

foto prelevata dalla rete

Borgo San Frediano 28/a (Firenze)


 

Fuggimmo e fu lunga la fuga,

scendemmo i gradini per la mano,

uscimmo dal portone sulla strada,

era fredda la sera,

pioveva allora come piove adesso 

la luce dei lampioni inteneriva.

 

Rimanemmo così… innamorati !!

 

Quattro passi in Borgo San Frediano

per essere baciati dalle gocce,

poi rientrammo.

 

Oltre il portone

ci presentammo come sconosciuti

dopo un matrimonio di trent’anni,

poi per le scale, fino al terzo piano

di quella casa che sembrava nuova.

 

Sempre per mano, senza troppa fretta

andammo a letto per la prima volta.

 

Abner Rossi 11 dicembre 2015

porta-san-frediano  

Del teatro e del coraggio


 

Come nel gioco delle parti

vita si fa e poi si legge.

 

Felici certezze (di farsa)

nascondono domande

che annunciano tragedie.

 

Intanto

un altro tassello fondamentale

si perde, scrivendo una ruga

un segnalibro al domani.

 

Poi sei solo, magari in compagnia,

ma solo! E lo sai.

 

E questa è la zona della comicità,

dipende dal livello della tua paura,

da ciò che stringi per avarizia,

dal tuo ultimo amore in ordine di tempo.

 

Se hai coraggio

e la maschera per l’occasione

puoi riderne fino alle lacrime!

 

Abner Rossi
29 novembre 2015

maschere

 

 

 

le merle sous la pluie


Ce matin chante le merle sous la pluie

il hurle plutôt et je ne comprends pas pourquoi.

 

Peut-être a-t-il interrompu son pas

ou, peut-être, il se sent seul, comme moi.

Probablement il songe un acte héroïque

pour montrer ce qu’il vaut,

pour faire voir que ses ailes fortes

ne craignent ni l’âge, ni les intempéries.

 

Les mésanges joyeuses

secouent leurs ailes sous le buis,

les corneilles ne percent pas le vent

de leur cris. Elles clignent des yeux

dans le bois en admirant les oliviers.

 

La faim ne leur demande

pas encore des comptes.

 

Le chat noir,

qui vit aux alentours ,

est assis sur le pas de ma porte

se prépare pour la jounée, s’étire,

pèse les pour et les contre et se détend.

 

Je m’enfuirai de chez moi quitte à me mouiller,

je pourrai devenir fou dans mon lit froid

où la compagnie est égale à zéro.

 

Traduzione di Fiorenza Dal Corso

dalla poesia “Il merlo” di Abner Rossi

merlo

 

a me dedicata


 

Ho chiuso più finestre

di quante ne abbia aperte,

e vissuto più partenze che arrivi.

 

Ho detto più addii

di quelli consentiti in tre vite

e buttato a mare cianfrusaglie

miste a cose di valore.

 

Oggi

so che non potrò riavere

niente

di ciò che ho perduto,

so che le partenze sono conclusioni

e che ogni addio è per sempre.

 

So di me molto:

che invecchio privo di saggezza,

che i difetti di ieri oggi son doni,

che ciò che sono

è l’unica danza sincera che conosco.

 

Abner Rossi

13 novembre 2015

sarzana4