Categorie
Poesia

PLACEBO


Mi si intenda, perbacco!

poesia non è mai cosa tranquilla

neppure vento in poppa, foglie sparse,

fiori in boccio, né farfalle che abbracciano le rose.

.

Nemmeno sentimenti non vissuti.

.

Per come la conosco è una trincea

dove non è mai pace, né bel tempo

sudore freddo, fatica nello scavo,

porto insicuro, acqua dove affiorano gli scogli

spesso un lento partire senza ritorno

ed anche solo spreco e tempo perso.

.

Amore  talvolta, almeno quanto odio

sussurro di qualcosa ormai perduto

fior di scomparsa, capriccio, lenimento.

.

Molte volte è un utile placebo

che ferma suoni in gola e li trattiene.

La mia è dolce, cara, protettiva

e a volte spezza

come una donna che ama e ti tradisce.

.

Mi fa colare a picco e mi consuma.

.

Abner Rossi (ottobre 2021)