Categorie
Poesia

Del mio volare basso e delle sfide


Falco pecchiaiolo

Non fosse stato per quel falco campagnolo

o se a sei anni già non lo invidiassi,

di certo oggi sarei quel vecchio saggio

con barba bianca e modi da signore.

.

Sarei rimasto un vascello da varare

legato al molo da regole precise.

.

Di quel falco con la coda nera

amavo i lunghi fischi del suo arrivo,

i voli in cerchio, le picchiate improvvise,

il suo virare in alto e poi sparire.

.

Lo trovavo un po’ presenzialista,

un presuntuoso che spadroneggiava,

probabilmente un grande idealista

che credeva nelle proprie convinzioni

o forse solamente un narcisista

che si specchiava negli occhi delle prede.

.

Nonostante i giochi di bambino

passavo ore con il naso in alto

e quando non veniva ho anche pianto,

c’era un qualcosa che mi affascinava

nel suo modo di essere nel mondo.

.

Forse

il volo solitario e silenzioso,

l’arrivare nel vento senza alcun preavviso,

la sua eleganza, la sua lunga vista, l’appetito,

il suo volare in quota più di altri.

.

La volontà, la passione, l’immediatezza

e la vertigine continua del cercare,

come unico scopo della vita.

.

Abner Rossi

martedì 1° Giugno dicembre 2021.

Categorie
Poesia

Per le stelle del cielo


mlm31_3

Guardo spesso su a quel punta spilli

chiedendomi se sia davvero alto il mio interesse

di uomo curioso, sempre poco incline

e provvisorio.

.

Mi fa ricordare mia nonna

quando cuciva per tutta la famiglia

per me pantaloni corti e camicie a quadri:

segnava col gesso le zone da tagliare

e le appuntava con centinaia di spilli,

alcuni vecchi e anneriti, altri brillanti

alla scarsa luce della sua sedia di cucina.

.

Andava a caso, come a caso mi sembra l’alto cielo.

.

Più spesso dei ricordi

penso che lassù siano persone

che dopo la vita provano altre storie.

.

Pazienti loro, salutano con luce intermittente,

sopportano le nubi, lottano per essere viste,

ruotano, si mostrano per sempre e per amore.

.

Quelle più grandi sono del mio paese,

intere famiglie, passo passo, mano nella mano

altre son sole, come isole ancora da scoprire

ma è solo una stagione provvisoria, senza tempo.

.

aspettano luci d’anima per stare in compagnia.

.

Abner Rossi (domenica 16 maggio 2021) 

Categorie
Poesia

Albeggiando


IMG-4718

Quel continuo albeggiare

che allontana e avvicina

mentre mi rende eterno

con tutte le catene elicoidali

che mi sommano e si trasmettono

da uno all’altra della mia specie.

Abner Rossi.

Categorie
Poesia

ballata per un eroe


Ballata per un eroe

 

 

Per un eroe,

che sia stato veramente tale,

si narrano le imprese,

le placche appuntate sopra al petto,

i detti popolari, le canzoni,

i monumenti a cavallo sulle piazze,

le vie e i viali che portano il suo nome.

 

Le ferite riportate negli scontri,

le cicatrici di cui si può vantare,

le umiliazioni subite, i suoi nemici,

il tipo di morte che deve aver valore.

 

I libri che ne tracciano la storia

e che scrittori, seduti su una sedia,

abbian deciso di far di una tragedia

un grande esempio.

 

Oggi non ne abbiamo più bisogno,

la storia serve solo a chi ha futuro:

basta promuovere un piccolo imbecille,

metterlo in mostra in ogni posizione,

dire di lui che merita attenzione

 

…e cancellarlo presto.

 

Prima che possa essere qualcuno

prima che abbia un nome ed un cognome.

 

Abner Rossi

6 novembre 2012

 

Categorie
Poesia Teatro

Anche le triglie non sono astemie


Anche le triglie non sono astemie

 

Piccole storie

che affiorano per caso

da zone d’ombra

dove il tempo è strano

e dove regole,

che pure sono mie,

chiudono porte pesanti

da riaprire.

 

Miscele personali

di pensieri e suoni,

antiche stravaganze e circostanze,

che di certo potrei ancora

usare nel futuro,

ma che all’oggi mio

sono negate.

 

Forse volendo,

queste emersioni improvvise,

potrei anche tacciarle

di essere poesia, qualcosa che risale

dal profondo,

ma ho il forte sospetto

che si tratti di racconti,

scritti e vissuti come passi incerti,

lingue diverse abbandonate, strade.

 

Errori che sono parte del mio mondo.

 

Brevi commedie vissute.

 

Scritte per perdonare e andare oltre…

oltre alla parte che ho svolto nel copione.

 

Abner Rossi

17 ottobre 2012