Categorie
Poesia

Mozart – Symphony N°. 40 in G minor, K. 550


abner

Intorno il vento, un fiume, una striscia d’asfalto,

un vicino che spara musica al mio mal di testa.

fuori più lontano grattacieli boriosi d’altezza

e privi di qualsiasi pudore.

L’unico mio apprezzamento per questi loculi verticali

è che non vagano in mutande dal divano al bagno

e che non si scolano alcol per accettarsi.

Vi immaginate un grattacielo ubriaco

che si appoggia agli altri per mantenersi in piedi?

Dunque dicevo:

intorno il vento, un fiume, una striscia d’asfalto,

un vicino che spara musica al mio mal di testa.

Ed anche dei bimbi urlanti che per essere figli

dovrebbero avere madri e padri

e li hanno anche…

nelle pause tra una condanna e l’altra

una marchetta per l’affitto di casa,

spacciato per l’unico amore della vita.

Ecco, lo sapevo da ieri, sta piovendo!

Meglio, sapevo già che non mi sarei alzato.

Una delle tante Margherite che mi frequentano

sta facendo la doccia, vecchia ubriacona!

Poi si friggerà un uovo, l’ultimo. Verrà a baciarmi

e non la rivedrò, spero. Ieri sera voleva salvarmi

ora sta scappando. Spero lasci almeno le chiavi.

Tra questi pensieri il mio vicino è passato a Mozart

Symphony N°. 40 in G minor, K. 550

tanto per finire di uccidermi.

Abner Rossi 12 aprile 2021

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.