Categorie
Poesia

In battere e levare


Quel forse torno o forse vado via

le nubi grigie che baciano la luna

in danza eterna senza conclusione.

L’acqua del mare che va e poi ritorna

ogni goccia di pioggia che a terra cade

sempre da sola sempre in compagnia.

Così per noi

si assiste come spettatori stupefatti

o dando per scontato e già accaduto

eppure vita è solo movimento

una dialettica forma dell’amore

quel forse torno o forse vado via

che è dei corpi pura sinfonia.

Un ritmo a due strumenti improvvisato

in battere e levare eppure andare.

Abner Rossi ( 31 marzo 2021 )

4 risposte su “In battere e levare”

Bellissima! Ogni opposto sussiste e completa e perciò cessa di essere opposto e diventa solo una dimensione o la prospettiva da cui guardare, sentire, vivere, morire…
grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.