Categorie
Poesia

Dammi un nome


Chiamami per nome

anche se non ho un nome

l’ho consumato per fermare parole,

storie, lentezze troppo lunghe,

passi veri e falsi.

Chiamami per nome

puoi anche inventarlo se ne hai voglia

mentre ti appresti a vivere di sogni

respiri, desideri e ti spingi avanti.

Sottoposto al tempo e alle rughe

il mio nome

diviene sempre più convenzione,

e convinzione di essere, muovere, dire

sigillato come vino sotto un tappo

che ne mantiene inutilmente la fragranza.

Per invecchiare invecchia, lo so bene

si tiene accanto come un’etichetta

anche quando non sei sicuro del sapore

e dai valore al fondo di bottiglia.

Dammi un nome

anche usato, preso in prestito, salvato.

Lo porterò come un vestito buono

per la domenica, prima di pregare.

Abner Rossi (23 marzo 2021)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.