Le mie carte


Le stesse nubi, la stessa direzione,

lo stesso fumo miscelato a nebbia,

la stessa strada,

ogni mattina alla stessa ora

col campanile che suona la mia noia.

 

Tutto è identico,

salvo il mio umore sceso sotto i piedi.

Un vecchio gufo grida

sembra maledire questo giorno.

 

Non so nemmeno se ancora sta piovendo,

come non ricordo se ho dormito.

So che ho già voglia di bere,

so che non ho fatto colazione

e non so chi mi ha dato queste carte.

 

Abner Rossi

25 febbraio 2015

lynch

 

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: