al primo amore


Come di rose alle guance

una carezza

e poi andare avanti e camminare.

 

Forse eri tu la terra consacrata

o forse non mi è dato di sostare.

 

Lasciai la tenerezza

alle mie spalle,

i tuoi capelli neri dei vent’anni

gli odori intensi della fioritura.

 

Calzai ai piedi ali di ideali,

diedi ai miei giovani impulsi

la vittoria,

mi mossi per l’autunno in direzione. 

 

Ancora oggi non ho pentimenti

so di aver perso e non mi dispiace.

 

Abner©Rossi
lunedì 8 febbraio 2016

 

 

 

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: