Dove cercarti?


 

Come sarà la mia voce

quando non potrò più parlarti?

Il tuo volto ai miei occhi oscurati?

E dei nostri ricordi? Dei Sogni?

In quale lago

si immergerà il nostro amore

e quali mappe per trovarlo intatto

qualora potesse ancora servire?

Intanto mia figlia mi chiama.

Giovane,

come gioventù che non ricordo,

bella come sono belli i suoi anni.

Ricca dei suoi capelli neri

e dell’entusiasmo dell’inizio…

mi indica la luna,

mi obbliga fuori della solitudine,

guarda, mi urla. Un ultimo spicchio rosso!

Su un’ampia corona nera, aggiungo.

Come sarà la mia voce

quando non avrà suono?

Cosa vedrò oltre il niente assoluto?

In quale terrà potrò cercarti?

___

Abner Rossi

sabato 6 febbraio 2016

    • pablo antoni
    • 15 febbraio 2016

    Benvenuta sia la morte,madre dei cuori puri,che,riaccompagnandoli in cielo,li riporta alla loro prima casa,dove non c’e’ ombra del male,dove tutto si fa quiete e liberta’.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: