Della stessa materia dei sogni


 

Non so


se di cielo, di notte, di imbarazzi


siano dipinti i ricordi.

So delle loro latitudini,


dei venti che li respingono,


delle onde che li riportano.

A volte, con o senza luna, 


so del loro essere a me maree.

So che non esiste una riva


dove cercarli, né un colle, né grotta.

Conosco, sento in me,

i loro depositi residui, i fossili,

gli ossidi che trattengono

e l’ostinata modernità delle immagini

sempre capaci di nuovi particolari.

Della stessa materia del sogno


e forse delle mie rughe intransigenti,


danzano.

Nel loro sacro essere circolare

il tempo è soltanto un punto.

°°°

Abner©Rossi

23 gennaio 2016

 

 

  1. Bello iniziare la giornata con questa bella poesia.

  2. Magnifica🙂

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: