Del niente che basta


 

Con le mani 
ad asciugare quelle lacrime


dai tuoi occhi alle guance senza trucco.

Le mie, pesanti come pietre liquide, 


cadevano nello stomaco

in quella nausea tipica


del vuoto per mancanza di senso.

Poi per strada la mia e la tua valigia

del poco in comune condiviso,


da gettare al fiume
…

oppure nel prossimo amore


utile solo alle cicatrici.

Un’ultima occhiata alla via


che ricorda di abbracci,


giorni uno dietro l’altro, normali,

del niente che basta all’amore,

del ridere insieme felici, del gioco.

Infine le spalle, il tuo bellissimo culo,

le calze velate, le gambe,


un rumore di tacchi che vanno.

Abner©Rossi

14 dicembre 2015
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: