Sempre troppo tardi


 

Sta il clima ai venti del giorno,

ai passi la strada, agli astri la rotta,

al faro guidare l’approdo.

Alle sirene dei golfi i miei liquidi sogni. 

 

Alle ombre, i ricordi distanti,

le rughe, le tracce, le fosse.

 

Sta a me d’un eroico destino

sempre descritto di spalle

con poche righe, distratte.

 

Il resto sta al niente che impera

a ciò che accade improvviso,

nelle vere piazze degli uomini

e nelle strade, quando è tardi…

troppo tardi anche per guardare l’ora. 

 

È là che io guardo e mi cerco,

è là che mi aspetto e sorrido,

è la che perdono i ritardi.

 

È la che non tiro le somme.

 

Abner Rossi

8 ottobre 2015

orologio

  1. è nel clima di incertezza che viviamo che si annulla il nostro tempo, è come un fluire lento che sgorga dalla nostra staticità e in questo clima di attesa è meglio non tirare le somme, la nostra vita è sempre in “fieri”.

    • Laura Egidi
    • 29 ottobre 2015

    C’è uno spazio,dentro di noi,che riflettiamo all’esterno,è uno spazio unico dove tutto è possibile

    • Annamaria Rossi Bufo
    • 29 ottobre 2015

    E su tutto un velo di serena malinconia.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: