Era solo ieri


Quei gioiosi giovedì

da fine giugno a settembre

quando una tromba d’ottone

suonava l’appello

ed un colorato carretto a pedali

arrivava dalla città con i gelati

e una stanga di ghiaccio da grattare

e mescolare con menta o limone.

 

Quei luminosi e spensierati giorni

di sole a picco e corse di ragazzi,

di urla confuse e risa e nomi dimenticati

di ginocchia contuse, magliette sporche

e giochi inventati al momento

quando bastava nascondersi

per scoprire l’amicizia o il nemico.

 

Prima del ritorno di mio padre

terribilmente giovane nei miei ricordi

prima dell’odore del cibo

prima dell’odierno rimpianto.

 

 

Abner Rossi

27 Luglio 2012

About these ads
    • icittadiniprimaditutto
    • 27 luglio 2012

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    • Alessandra lucini
    • 27 luglio 2012

    Il cono da 10 lire, già era una festa

    • miriammmm
    • 27 luglio 2012

    nostalgica e magica questa poesia fa riscoprire rumori, colori, umori, sapori dimenticati solo apparentemente e accantonati nella mente,come gioielli nascosti da indossare ogni tanto per recuperare un po’ della magia perduta

  1. riapre tanti dolcissimi ricordi!!! proprio bella!!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 244 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: