malinconia


 

Quel sofisticato crescer di nebbia

che strappa calore dalla terra,

nasconde nuova luce e le sue ombre,

cambia distanze, motivi, direzioni,

persino i suoni non sono più gli stessi.

 

Niente è più solo di un uomo nella nebbia

quando anima gronda, come spugna

intrisa, e vorresti gridar malinconia.

 

Abner Rossi.

20 ottobre 2014

nebbia

Geometrie


 

La strana geometria delle mie stelle

la bassa nebbia là sulle colline

il blu intenso che lento si trasforma

l’ultimo spicchio di luna che saluta.

 

Sento sulle spalle un nuovo giorno

la stanchezza di un sonno assente,

i troppi sogni fatti in poche ore

quando gli occhi aprono alle ombre.

 

Spero che quel merlo canti presto

che la sua femmina gli faccia compagnia.

Che il mio respiro possa avere un senso.

 

 

Abner Rossi

lunedì 20 ottobre 2014

abner5

L’eremita


 

Donna che hai dipinto i nostri giorni,

profumato di pelle le mie notti,

offerto eredi che ci continueranno,

sappi che non apprezzo sicurezze

e vivo solo per fermare il tempo.

 

Tu sai che nel mio mondo sono solo,

un eremita che non si nasconde,

uno che cerca parole solitarie,

un vagabondo che non ha rifugio,

un infedele molto innamorato.

 

Abner Rossi

18 ottobre 2014

pubblicazione ufficiale

Abner Rossi

Abner Rossi

Gratitudine


 

Per essere una vaga ipotesi

divinamente verificatasi

in un oceano di spore…

 

sono illimitatamente felice

 

Vorrei ringraziare fortuna,

ma preferisco esser solo grato

a chi vuole che caso si avveri.

 

Scriverò per sempre

di te e di noi…inutilmente.

Nessuna penna può!

 

Meglio così.

 

Abner Rossi

18 ottobre 2014 – pubblicazione

abner-gerazioni7

Prima che faccia sera


 

Ho ancora vent’anni. Ti prego

aspetta il primo vento della sera.

 

Non è pazienza quella che ti chiedo,

voglio che tu inverta le stagioni,

trasformi i tanti anni in un minuto,

cambi il bianco che adesso ti colora

nei tuoi capelli biondi profumati.

 

Il resto è tutto intatto come allora,

io sono quello che son sempre stato,

non mi sono mai mosso, eccomi qui…

e ti voglio ancora.

 

Abner Rossi

mercoledì 15 ottobre 2014

pubblicazione ufficiale

ABNER-FOTO1

Is there a better end?


(conosci una fine migliore? di Abner Rossi)

Traduzione di Arcangela Rossi

 

The same butterfly 


That was here yesterday 


Is landing, lowering its wings.


Says hello, closes them and stops.

 

Looking at its own colours it asks me:


Can’t you see autumn is coming?

Can’t you see I am about to die?

I can – I say

It’s the last warm weather, the last!

 

But we enjoyed the change from 


Caterpillar to butterfly, oh yes we did!

Is there a better end?

 

Abner Rossi (ottobre 2014)

traduzione di Arcangela Rossi

farfalla

Con i nostri occhi


 

Abbiamo visto grandi foreste

di betulle al vento, innamorate.

Altre volte riarsi deserti

e lontani cimiteri di elefanti.

 

Ci siamo persi in tante ideologie,

in stili di vita, in modi di essere,

in valori di eredità guerriere.

 

Cancellato intelligenze e saperi,

dimenticato per dimenticare

fino ad essere la novità più antica

e più consumata.

 

Altri direbbero che abbiamo rinunciato

anche alla parvenza di un’umanità

che dovrebbe condurre passi nobili.

 

Altri, di me più religiosi,

direbbero che siamo non anime

in lenta e ossessiva transumanza

in direzione del niente.

 

Io sento

che sempre ci siamo guadagnati

il biglietto di andata e ritorno

e niente ci è mai stato regalato.

 

Io sento

che stiamo viaggiando verso il sole

immersi nelle ombre contraddittorie

di una stirpe fatta per volare

che non ricorda di avere ali.

 

Nel bene e nel male stiamo viaggiando.

 

Abner Rossi

14 ottobre 2014

 

india

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 237 follower